Bisol Private Cartizze DOCG Extra Brut 2013 metodo classico: la degustazione

Bisol coltiva direttamente il podere situato sulla zona sommitale della collina del Cartizze, il più costoso vigneto da bollicine al mondo, perfetto esempio della passione per la viticoltura eroica che la maison trevigiana, entrata a far parte del Gruppo Ferrari-Lunelli,  tramanda da 21 generazioni sin dal 1542. Per Gianluca Bisol, Presidente della Bisol viticoltori, si tratta della «Combinazione perfetta tra un microclima pedemontano ed un terreno antichissimo di arenaria marina che conferiscono alle uve caratteristiche aromatiche impareggiabili e preziose». Da questo vigneto unico nasce il Private Cartizze, uno spumante extra brut, senza aggiunta di dosaggio in realtà, frutto della rifermentazione in bottiglia, uno dei pochi prosecco a venir prodotti con questo metodo.   Frutto di lunghe ricerche in campo enologico, nasce dopo 21 mesi di affinamento in bottiglia: uno spumante elegante, evoluto, persistente e particolarmente longevo. La rifermentazione in bottiglia rappresenta la strada più interessante per esaltare le particolarità del Cartizze. È un grande vino da apprezzare a pasto, dove sprigiona al palato la sua elegante ed infinita personalità. Uno spumante non dosato, con residuo zuccherino di 0,5 g/L, pensato per abbinamenti importanti e perfetto con i crostacei .

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather