Cantina Italia, 46,6 milioni di ettolitri di vino in giacenza al 17 giugno

Secondo quanto riporta FederVini, alla data del 17 giugno 2020 negli stabilimenti enologici italiani erano presenti 46,6 milioni di ettolitri di vino, 4,5 milioni di ettolitri di mosti e 85 mila di ettolitri di vino nuovo ancora in fermentazione (VNAIF). Rispetto al 15 giugno 2019 si osserva una riduzione del 2,5% per i vini, del 9,5% per i mosti e del 38,6% per i VNAIF. In riduzione i dati delle giacenze per vini e mosti anche rispetto al 10 giugno 2020: -1,9% per i vini, -2,1% per i mosti. 

Circa il 58% del vino in Italia è fisicamente detenuto nelle regioni del Nord. Nel solo Veneto è presente circa un quarto del vino nazionale, soprattutto grazie al significativo contributo delle giacenze delle province di Treviso (10%) e Verona (9%). Le due predette province detengono più vino (8,9 milioni di ettolitri) rispetto alla Puglia e Sicilia sommate assieme (7,4 milioni di ettolitri). 

Il 52,6% del vino detenuto è a DOP, con una prevalenza del rosso (54,3%). Il 26,1% del vino è a IGP, anche in questo caso con prevalenza del rosso (56,5%), mentre i vini varietali detenuti costituiscono appena l’1,4% del totale. Il restante 19,9% è costituito da altri vini. 

Nonostante il gran numero di DO presenti (526), 10 denominazioni costituiscono il 40,3% del totale dei vini a DO presenti; le prime 20 denominazioni rappresentano oltre la metà del totale delle DO (57,0%). 


Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail