Müller Thurgau, il concorso atesino conferma l’alta qualità della Val di Cembra e una ritrovata longevità

Una qualità media sempre più alta per i Müller Thurgau che anche quest’anno si sono confrontati nel tradizionale concorso internazionale organizzato in Trentino per evidenziare il nettare della Val di Cembra: dei 60 vini in gara – di cui 51 italiani, provenienti da Trentino e Alto Adige e 9stranieri, provenienti da Germania e Ungheria –  ben 18 hanno infatti ottenuto la Medaglia d’Oro grazie ad un punteggio superiore agli 86,4 punti. “Una eccezionalità che avevamo registrato solo nel 2018 – ha commentato Renzo Folgheraiter, Presidente del Comitato Mostra Valle di Cembra – che attesta gli elevati standard qualitativi dei vini in concorso. In realtà – ha specificato – avrebbero meritato la medaglia molte più etichette ma per regolamento il numero di premiati non può superare il 30% di quelli partecipanti. Spiace non aver potuto svolgere la consueta degustazione dei vini vincitori – ha concluso – ma possiamo già dirci soddisfatti di essere riusciti a superare le difficoltà del Covid e ad aver raccolto una risposta così importante dalle aziende ritengo premi il lavoro svolto negli ultimi anni”.

Dei 18 premiati con Medaglia d’Oro12 sono vini trentiniSan Rocco IGT Vigneti delle Dolomiti Müller Thurgau 2019 di Azienda Agricola CasimiroSan Lorenz DOC Trentino Müller Thurgau 2019 di Bellaveder; Lavis Classici DOC Trentino Müller Thurgau 2019 di Cantina La VisCortuta DOC Trentino Müller Thurgau 2018 di Cantina Rotaliana di MezzolombardoCasata Monfort DOC Trentino Müller Thurgau 2019 di Cantine MonfortMusivum DOC Trentino Superiore Cembra Müller Thurgau 2017 di Cantine Mezzacorona; IGT Vigneti delle Dolomiti Müller Thurgau 2019 di Cantine SimoniBottega Vinai DOC Trentino Müller Thurgau 2019 di CavitVigna delle Forche DOC Trentino Müller Thurgau 2018 di Cembra cantina di montagnaDOC Trentino Müller Thurgau 2019 di Fondazione MachDOC Trentino Müller Thurgau 2019 di GaierhofPietramontis DOC Trentino Superiore Valle di Cembra Müller Thurgau 2018 di Villa Corniole.

A questi si aggiungono 3 altoatesini, ovvero DOC Alto Adige Valle Isarco Müller Thurgau 2019 di Cantina BolzanoGraun DOC Alto Adige Müller Thurgau 2018 di Cantina Kurtatsch eDOC Alto Adige Val Venosta 2019 di Castel Juval, e 3 tedeschiDeutscher Qualitateswein Pfalz Rivaner Trocken Edeshelmer Ordensgut 2019 di AnselmannMardorfer Deutscher Müller Thurgau Trocken 2018 di Winzerverein Hagnau; eDeutscher Qualitateswein Rivaner Trocken 2019 di KK-Weine.

I punteggi sono stati assegnati da una commissione di qualità composta da 18 membri suddivisi in enologi, sommelier – in rappresentanza delle diverse associazioni – e giornalisti della stampa di settore, attraverso degustazioni alla cieca in cui ogni vino è stato analizzato nel suo complesso, prendendo in considerazione vista, olfatto, gusto e gusto-olfatto e calcolando la media dopo aver eliminato i risultati più alto e più basso. Al termine della degustazione, si è registrato uno stupore generale per la longevità delle produzioni, ancora più evidente per via dello slittamento della degustazione dalla sua collocazione tradizionale a luglio a quella straordinaria di ottobre. I punteggi ottenuti anche quest’anno da vini del 2018 e del 2017 sono sicuramente una conferma dell’ottimo lavoro svolto dalle cantine nel corso degli anni, ma rappresentano al contempo un interessante opportunità, visti i contraccolpi che ha subito il mercato negli ultimi mesi per via della situazione sanitaria, perché dimostrano come il Müller Thurgau degli areali più vocati siano in grado di esprimere un interessante potenziale di affinamento.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail