Loris Biatta, la vendemmia perfetta del 2020 ci impone di proiettare il Franciacorta in nuovi mercati

(di Enzo Russo) Passirano in provincia di Brescia, è un paesino abitato da 7.000 anime e poco conosciuto fino a qualche anno fa. Oggi , miracolo delle bollicine Franciacorta, Passirano è conosciuto in tutto il mondo per merito de Le Marchesine, un azienda che in poco tempo è riuscita ad imporsi e a conquistare importanti mercati nazionali ed esteri. L’artefice di questo successo è Loris Biatta . Ha creato una importante realtà vitivinicola conosciuta per la qualità delle sue bollicine e che oggi la vede protagonista  sul mercato italiano ed estero.

Finalmente, dopo tante lungaggini burocratiche, il vignaiolo Loris è riuscito a coronare il suo sogno, costruire una nuova cantina a fianco della vecchia. E’ una struttura multifunzionale che lo proietta nel futuro quando il Corona virus sarà passato lasciando sul “campo” danni finanziari e commerciali. La cantina non è ancora finita causa Covid 19 ma Loris, una persona molto tenace e fiducioso che vede sempre positivo, non si è arreso, ha voluto comunque inaugurarla con la vendemmia del Franciacorta 2020.

Ci accoglie nel suo ufficio, mentre è intento a parlare con i suoi distributori  all’estero per avere notizie dei mercati con un flûte di Franciacorta Extra Brut docg dal colore giallo paglierino e perlage finissimo con un aroma intenso. Un buon inizio.  Tra una telefona e l’altra riusciamo a parlare di come è andata la vendemmia appena terminata.

E’ andata bene”, risponde Loris contento, “abbiamo avuto un po’ di problemi ad inizio vendemmia per mancanza di personale, poi tutto si è sistemato. A livello qualitativo e quantitativo abbiamo avuto una buona annata con ottimi risultati. Le uve Pinot nero e bianco con uno Chardonnay superiore alle previsioni. E’ stata una vendemmia perfetta rispetto allo sorso anno, dove abbiamo avuto la grandine che ha colpito alcuni nostri vigneti”.

Quando  avete iniziato a vendemmiare?

A metà di agosto e finito il 3 settembre. Nell’insieme è andato tutto bene, un annata perfetta perché nei mesi precedenti c’è stato freddo di notte e caldo di giorno regalando alle uve una buona acidità e ottimi profumi”.

Con il Corona virus avete avuto problemi di vendite?

Si all’inizio lo abbiamo avuto  nel settore horeca, come tante altre aziende del settore, ma poi ci siamo ripresi perché alla fine la qualità paga. Danni ci sono stati perché il vino non venduto in marzo ed aprile non si recupera più se non con nuovi consumatori e nuovi mercati. Abbiamo in progetto tanta cose, come l’andare in Russia, ma ci sono delle difficoltà operative che dobbiamo superare. Ci aspettano a San Pietroburgo, Mosca e in Siberia per delle degustazioni dove i nostri vini li conoscono  molto molto bene e piacciono”.

Per le esportazioni ci sono problemi e quali sono i mercati che creano più difficoltà?

Nord e Sud America, gli Stati Uniti sono completamente fermi , il Canada si sta muovendo ma molto lentamente, in Brasile sono in situazioni disperate, il Nord Europa con tutti questi contagi si sta rifermando. Sta ripartendo il Giappone, sebbene molto lentamente”.

La frenata delle vendite all’estero è uguale all’Italia?

“All’inizio anche in Italia abbiamo avuto delle mancate vendite, poi nei mesi estivi c’è stata una bella ripresa che ci ha fatto ben sperare. Adesso vediamo cosa succede in questi mesi, in particolar modo il periodo delle feste natalizie, i regali e le strenne . Io sono fiducioso. Stiamo andando avanti con i lavori della nuova cantina, abbiamo macchinari di nuova generazione all’avanguardia nella vinificazione delle bollicine”.

Cosa pensa della situazione che stiamo vivendo in questi mesi?

Penso che tutto è cambiato, in dietro non si torna più, dovremo abituarci per parecchio tempo a convivere con il virus cambiando abitudini e rapporti ravvicinati”.

Finiamo l’intervista a Loris, l’imprenditore vignaiolo,  con un brindisi di buon augurio  con un fresco Franciacorta docg Brut – Secolo Novo – Millesimato , un importante vino dal sapore asciutto e secco con una leggera vena acidula, sono bollicine davvero preziose, eleganti dal colore giallo e dall’aroma fine e complesso. E’ un vino superbo che si presta ad essere consumato a tutto pasto.

(Azienda Agricola Le Marchesine – Via Vallosa 31 – 25050 Passirano-Bs)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail