I nuovi Bordeaux? saranno un po’ portoghesi

L’organo di governo agricolo francese, INAO, ha approvato l’uso di quattro nuove varietà rosse – Arinarnoa, Castets, Marselan e Touriga Nacional – e di due varietà bianche – Alvarinho e Liliorila – con piantagioni autorizzate per quest’anno.  Le varietà sono state presentate dai viticoltori degli AOC Bordeaux e Bordeaux Supérieur (non Pauillac, Margaux ecc.) come mezzo potenziale per affrontare diversi cicli di crescita e periodi di maturazione di fronte al climate change. Secondo the Drink Business, gli scienziati di Bordeaux hanno esaminato 52 varietà per un potenziale uso futuro prima di stabilirsi sulle ultime sei che sono state considerate particolarmente adatte per la loro capacità di gestire lo stress idrico e per la maturazione tardiva. All’inizio delle piantagioni, le nuove varietà saranno limitate solo al 5% della superficie totale di una tenuta e non più del 10% della miscela in rosso o bianco.

Queste nuove varietà si affiancheranno alle varietà già ammesse: Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Merlot, Malbec, Carménère, Petit Verdot per il rosso – e Sémillon, Sauvignon Blanc, Sauvignon Gris, Muscadelle, Colombard, Ugni Blanc, Merlot Blanc e Mauzac per il bianco.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail