Sud Tirolo, le bollicine più alte d’Europa: eccone sette d’autore

Anticipo di “Challenge internazionale Euposia”, con la degustazione di sette top metodo classico dal Sud Tirol – Alto Adige. Vini che oggi sono sulla cresta dell’onda grazie alla loro grande vitalità e versatilità, che molto raccontano grazie alla provenienza da terroir unici in Europa, alla perizia ed al genio di enologi curiosi ed innovatori, che The Italian Wine Journal ha contribuito a far conoscere da tredici anni con una delle prime degustazioni. Erano in cinque ed oggi raddoppiano.

Lorenz Martini – Alto Adige Spumante Metodo Classico Doc Comitissa Pas Dosè 2017 – Cornaiano – Corpo, struttura, eleganza, bevibilità, cremosità per un bellissimo metodo classico che sta a maturare quattro anni sui lieviti.

Kellerei Meran. Alto Adige Spumante Metodo Classico Riserva “36” Jahrgang 2016, Merano. Le uve provengono da vigneti selezionati dell’area meranese, che grazie al sapiente assemblaggio sviluppano un aroma unico, fresco e fruttato evidenziano nuances di pasticceria e crosta di pane, abbinate a note iodate. Lungo finale, persistente Note di balsamico, rabarbaro e timo. Pulente.

Arunda Alto Adige Spumante Metodo Classico Riserva 2015 Josef ReitererMeltina –  Chardonnay Blauburgunder annata spettacolare, nerbo e classe da vendere, vino importante e lungimirante. Profumi ed eleganza in equilibrio, sapido ed accattivante. Vino in gran forma. Un sicuro riferimento a livello internazionale.

Kellerei St. Paulus – Alto Adige Spumante Metodo Classico Praeclarus Pas Dosè 2014 Appiano.  Chardonnay Alto Adige in purezza. Affinano nel bunker nr 39 creato dal Duce sulla linea di difesa Passo della Mendola Bolzano nel 1939. Fa onore al suo nome latino, una stella polare per questa uva nel millesimo 2014. Fresco e brillante, floreale e mediterraneo, setoso e minerale.

Kettmeir  Pas Dosè 2015 Alto Adige Spumante Metodo Classico Doc, Caldaro – Pinot Bianco 50%, Chardonnay 40%, Pinot Nero 10% . Uve da alte colline dell’Oltradige e medie della Bassa Atesina, tra i 380 – e i 700 mt. s.l.m. Di origine calcarea con buon tenore di argilla, scheletro. Vino impetuoso, vivace ed armonico. Vira su note delicate floreali e fruttate. Sapido e pulente, grande cuveè. Pergola e spalliera. Nella fase di dégorgement non vi è aggiunta di vero e proprio liqueur d’expedition ma solo rabbocco con vino di altre bottiglie in modo da garantire un prodotto senza zuccheri aggiunti.

Kellerei Kurtatsch 600 Blanc de Blancs  Alto Adige Doc Spumante Ris. DOC Pas Dosé 2015, Cortaccia. Dalle incomparabili condizioni geologiche e geografiche nella frazione Penone a 600 metri s.l.m. Con l’annata 2014 venne vinificato il primo 600. Uno Chardonnay in purezza, territoriale, risultato di clima particolare, caratterizzato da notevoli differenze di temperatura tra giorno e notte. I terreni argillosi, sabbiosi e ghiaiosi, sono molto ricchi di dolomite. Un team giovane, dal 2014 guidato dal presidente Andreas Kofler, si dedica alla produzione di vini di alta qualità in modo sostenibile.

Kellerei Kaltern – Spumante Metodo Classico MMVI Brut Nature, Caldaro.  Da uve Chardonnay  di vent’anni. Brillante, bolla fine ed elegante, croccante, buona spalla acida e polposo in bocca. Le uve sono scelte da vigneti ai piedi del Passo della Mendola, con esposizione ad Est. I terreni sono di origine calcarea dolomitica ad un’altitudine di circa 600 m s.l.m. Giallo dorato e perlage molto fine. Affinamento in bottiglia sur lies per 13 anni. Sboccatura a dosaggio zero.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail